Il metodo utilizzato: YOGA INTEGRALE

2015.07.09


  • gli insegnamenti yoga che propongo nelle mie lezioni sono tradizionali, ma si adattatano e intendono rispondere ai bisogni del vivere moderno;

  • il metodo incorpora: asana (posizioni) per equilibrare il corpo e la mente, pranayama (pratiche con il respiro) per influenzare la forza vitale e il corpo energetico, yoga nidra (per indurre un profondo rilassamento, inducendo pratyahara in preparazione alla meditazione) e meditazione per calmare e focalizzare la mente

  • ha un approccio integrato, olistico e multidimensionale allo yoga che integra, oltre alle pratiche di "Hatha Yoga", pratiche di Jnana Yoga (percorso della conoscenza), Bhakti Yoga (percorso del cuore ed emozioni), Karma Yoga (percorso del servizio) e altri Yoga (Raja, Kriya/Kundalini, Mantra Yoga), che si basano sulle antiche tradizioni e filosofie del Samkhya, Vedanta e Sannyasa.

  • Praticando questo metodo Yoga le persone vengono incoraggiate a sviluppare consapevolezza di tutti gli aspetti della personalitá, ad integrare lo yoga nella vita di tutti i giorni, armonizzando non solo se stesse ma tutti gli aspetti della propria vita, verso una crescita della persona intera, in un approccio integrato, olistico e multidimensionale allo yoga che integra, oltre alle pratiche di "Hatha Yoga", pratiche di Jnana Yoga (percorso della conoscenza), Bhakti Yoga (percorso del cuore), Karma Yoga (percorso del servizio) e altri Yoga (Raja, Kriya/Kundalini, Mantra e Nada Yoga (percorso delle vibrazioni sonore), che si basano sulle antiche tradizioni e filosofie del Samkhya, Vedanta e Sannyasa.

TOP

LE LEZIONI YOGA INTEGRALE

Si puo praticare yoga a qualsiasi etá, dagli 8 agli 80+ anni, perché le pratiche si sviluppano con gradualitá e sono sufficientemente semplici per esercitare le diverse parti di tutto il corpo.
Non é necessario praticare tipi di yoga "avanzato" come stare sulla testa o praticare posizioni che implicano contorsioni intricate.
Asana é una pratica con la quale si sviluppa consapevolezza del corpo, rilasciando tensione e stress dalle diverse giunture e dai muscoli giungendo ad uno stato di rilassamento in cui si e fisicamente a proprio agio in qualsiasi cosa si faccia.

  • Le lezioni Yoga Satyananda hanno una progressione graduale e sistematica.

  • Si basano sulla sicurezza e sul buon senso, con attenzione alla sicurezza e all'agio di ciascuno nelle pratiche.

  • Tengono conto dei bisogni individuali dei/delle partecipanti e della specificitá di ogni gruppo, offrendo se necessario variazioni e/o alternative alle pratiche, rendendo in questo modo la pratica yoga accessibile a tutti.
  • TOP

  • Una lezione puó durare dai 60, ai 90 min. includendo:
    • ASANA: (posizioni) praticate con il respiro e la consapevolezza, strumenti di apertura, di esplorazione del Sé verso livelli sempre piú sottili, verso uno stato di armonia, calma e immobilitá fisica e interiore.

    • PRANAYAMA: tecniche che utilizzano il respiro per il controllo e l'espansione dell'energia vitale - prana.

    • RILASSAMENTO e MEDITAZIONE (tecniche quali: Yoga Nidra, Kaya Sthairyam, Ajapa Japa, Antar Mouna, Chakra Shuddhi) per calmare e focalizzare la mente.

  • Nelle pratiche si é invitati ad ascoltarsi senza forzare il corpo o la mente oltre il proprio limite; con la pratica regolare avviene un graduale processo di cambiamento, che porta a fare esperienza di maggiore stabilitá, pace, forza, salute e benessere.

  • Lezioni Yoga possono essere impartite non solo ad adulti, ma anche nelle scuole, nei servizi sociali (per giovani, anziani, i diversamente abili, gli stranieri), nei consultori (p.es. alle donne in gravidanza), nei centri di cura, agli impegati negli uffici, agli atleti nelle associazioni sportive, nelle palestre, nelle prigioni...

TOP



...rallenta...

stirati,

respira,

senti l'energia fluire,

rendi la mente silenziosa,

espandi il tuo cuore,

entra in contatto con il Sé

realizza l'IO SONO

sentendo l'Unitá del Tutto

SE SEI INTERESSATO/A A:

  • corsi Yoga,
  • sedute individuali,
  • rilassamento/meditazione per la gestione dello stress,
  • workshops
  • serate di kirtan (mantra cantati) in gruppo,
  • lezioni di nada e mantra yoga.
  • Detox yogico (shatkarma): lavaggio del canale digerente (laghu shankaprakshalana) + lavaggio dei seni nasali (Neti).

CONTATTA:
dott. Petra Brigadoi
Tel.: +39 345 502 7090

BOLZANO
Istruttrice Yoga certificata dal 1995

TOP

SANNYASA

Ho preso sannyasa per conoscere me stesso, per cementare la strada verso la mia crescita e l'evoluzione, per esaurire i samskara e i miei karma, per far ció ho ricevuto il mandato di propagare lo yoga, e continuo il mio viaggio ed evoluzione spirituale seguendone i principi.

  • Sannyasa é una vita di impegno, dedizione interiore e di trasformazione;
    il Sé l'umanitá e Dio
    sono la vita di un sannyasin:
    • lo sviluppo del sé o l'auto-perfezionamento é il primo aspetto,

    • il servizio per elevare la societá al meglio delle proprie capacitá é il secondo aspetto

    • un impegno interiore volto alla realizzazione di una forza divina é il terzo aspetto;

    TOP


  • Sannyasa cerca di renderci consapevoli dei due aspetti del mondo: apparenza e realtá, del fatto che viviamo nel mondo delle apparenze e le confondiamo per la realtá.
    Compito del sannyasin é sconnettersi dalla realtá illusoria e connettersi con lo Spirito, l'Uno al di lá di tutto, e questo é possibile attaverso l'identificazione con l'altro quale riflesso di se stessi, e attraverso la connessione con il cuore al Guru Interiore e all'Assoluto

  • Esternamente il sannyasin vive la sua vita ma internamente é consapevole della luce e forza divina che emanano da dentro, in comunione totale con la realtá che sta oltre l'apparenza.

  • Per il sannyasa occorrono 2 forze basilari: viveka - la giusta percezione (della realtá oltre l'apparenza), e vairagya - il non attaccamento (l'andare oltre l'attrazione/repulsione) che non vuol dire staccarsi da qualcosa, le cose possono restare come sono, ma non se ne viene disturbati.

  • Alla fine si puó dire che sannyasa significa libertá totale, libertá dal legame con la vita, libertá dalla paura del vivere e del morire.

TOP

LA TRADIZIONE SANNYASA

  • Sannyasa é un percorso spirituale individuale e tra gli obiettivi principali di questa tradizione, oltre a diventare "maestri di se stessi" e mettere i propri talenti al servizio della collettivitá, c'é anche il preservare e diffondere la conoscenza dello yoga.

  • É un'antica tradizione che cerca di armonizzare corpo e mente, e mente e spirito, con totale consapevolezza, unendo il vivere esterno e l'esperienza interiore con il vivere nello spirito.

  • Sannyasa non é essere dei "monaci", né indossare degli abiti color geru e radersi la testa, ma é un modo di vivere; é un modo di vivere la vita, é una comprensione della vita stessa.

  • É il coltivare samskara positivi nella vita, samskara spirituali che oggi mancano; dall'infanzia i samskara materiali vengono impregnati nella nostra mente dalla famiglia, dalla societá, dalla cultura, l'ambiente, l'educazione ecc. e quando questi samskara materiali entrano nella nostra vita, ci rendono per natura molto grossolani, portandoci a identificarci con le emozioni, i desideri, le aspettative, la brama, il bisogno ecc. rompendo il nostro equilibrio nella vita umana. Una persona puó fare esperienza della realtá piu elevata pur vivendo nella realtá materiale.

TOP

LE 5 PRATICHE DI UN SANNYASA

  • Ci sono 5 stadi definiti dalla tradizione spirituale sannyasa:
    1. Sadhana - Practica, attivare dei processi che ci consentono di realizzare la nostra diversa natura.

    2. Satsang - Discussione e comunicazione, miglior comprensione in contatto con la Veritá.

    3. Swadhyaya - Studio del Sé, l'input di nuovi concetti e idee, e realizzarli.

    4. Seva - connettersi con altre persone, aiutando altre persone, uscendo dal proprio guscio personale.

    5. Samarpan - dedicare se stessi alla comprensione del processo della vita, realizzando che siamo uno strumento del divino, guidati dai nostri destini.

  • Questi 5 concetti aiutano ogni individuo a trasformare la propria natura grossolana e a sublimarla in un'esperienza piú elevata.

TOP